icona mondoPaese
icona fialeDosaggio
icona geloConservazione
icona personeIndicazioni
Comirnaty - Pfizer-Biotech
icona mondo
Stati Uniti
icona fiale
2 dosi distanziate di 3 settimane
icona gelo
tra -25° e -15°C
icona persone
Over 16 anni

MECCANISMO D'AZIONE
Vaccino a RNA. Un frammento di RNA corrispondente alla proteina spike viene incapsulato in lipidi di dimensioni nanometriche e questo gli permette di entrare dentro le cellule, dove viene letto e tradotto in proteina. Quest’ultima è l’antigene contro cui monta la risposta immunitaria

EFFICACIA CONTRO VARIANTI
Comirnaty è attivo sulla variante cosiddetta inglese, è meno efficace sulla variante sudafricana B.1.351. La quantità di anticorpi prodotti contro di essa è 10,3 volte inferiore rispetto a quella che si ottiene contro il ceppo originario (motivo per cui l’azienda sta pensando a un richiamo specifico), mentre sembra mantenersi attivo contro quella brasiliana detta P.1.

STUDI SU SPECIFICHE FASCE DI POPOLAZIONE
È partito uno studio sulle donne in gravidanza e uno sugli over 85 greci. Sono in corso studi per valutare l’andamento degli anticorpi nel tempo nelle diverse età, per l’eventuale effetto sul liquido spermatico, nei pazienti con malattie epatiche e nei soggetti con immunocompromissione

EFFICACIA
95,0%
grafico efficacia
grafico efficacia
EFFICACIA CONTRO CASI GRAVI
100%
grafico efficacia casi gravi
grafico efficacia casi gravi
Moderna-NIAID
icona mondo
Stati Uniti
icona fiale
2 dosi distanziate di 4 settimane
icona gelo
30 giorni a +4°C, 6 mesi a -20°C
icona persone
Tutti i maggiorenni

MECCANISMO D'AZIONE
Vaccino a RNA. Un frammento di RNA corrispondente alla proteina spike viene incapsulato in lipidi di dimensioni nanometriche e questo gli permette di entrare dentro le cellule, dove viene letto e tradotto in proteina. Quest’ultima è l’antigene contro cui monta la risposta immunitaria

EFFICACIA CONTRO VARIANTI
Il vaccino è attivo sulla variante cosiddetta inglese, è meno efficace sulla variante sudafricana B.1.351. La quantità di anticorpi prodotti contro di essa è 12,4 volte inferiore rispetto a quella che si ottiene contro il ceppo originario

STUDI SU SPECIFICHE FASCE DI POPOLAZIONE
In corso studio su ragazzi di età compresa tra i 12 i 18 anni e uno di confronto tra over 65 e 18-45, nonché studio su variante sudafricana B.1.351

EFFICACIA
94,1%
grafico efficacia
grafico efficacia
EFFICACIA CONTRO CASI GRAVI
100%
grafico efficacia casi gravi
grafico efficacia casi gravi
AstraZeneca-Oxford-IRBM
icona mondo
Gran Bretagna, Svezia
icona fiale
2 dosi a distanza di 3 mesi
icona gelo
Stabile a 4°C per almeno 6 mesi
icona persone
Tutti i maggiorenni

MECCANISMO D'AZIONE
Vaccino a vettore virale (adenovirus). Un frammento di DNA corrispondente alla proteina spike viene inserito in un virus innocuo per l’uomo e opportunamente modificato. Il virus infetta le cellule umane e il DNA viene così letto e tradotto in proteina. Quest’ultima è l’antigene contro cui monta la risposta immunitaria

EFFICACIA CONTRO VARIANTI
Poco efficace contro la variante sudafricana (motivo per cui l’azienda sta lavorando a una versione specifica), mentre mantiene l’effetto contro quella inglese e contro quella brasiliana

STUDI SU SPECIFICHE FASCE DI POPOLAZIONE
È iniziato uno studio che combina questo vaccino con lo Sputnik russo. Si tratta di vaccini identici nella concezione, nei quali cambiano i vettori virali (lo Spuntik ne utilizza 2 diversi tra prima dose e richiamo). Si vuole verificare se mescolando ulteriormente i vettori la risposta possa essere superiore. Sono in corso uno studio sui pazienti con malattie epatiche meno gravi e uno su cirrotici

EFFICACIA
82,4%
grafico efficacia
grafico efficacia
EFFICACIA CONTRO CASI GRAVI
100%
grafico efficacia casi gravi
grafico efficacia casi gravi
Johnson&Johnson-Janssen-BARDA
icona mondo
Stati Uniti, Belgio
icona fiale
Una iniezione
icona gelo
2 anni a -20°C, 3 mesi a 2/8°C
icona persone
Tutti i maggiorenni

MECCANISMO D'AZIONE
Vaccino a vettore virale (adenovirus). Un frammento di DNA corrispondente alla proteina spike viene inserito in un virus innocuo per l’uomo e opportunamente modificato. Il virus infetta le cellule umane e il DNA viene così letto e tradotto in proteina. Quest’ultima è l’antigene contro cui monta la risposta immunitaria

EFFICACIA CONTRO VARIANTI
Inferiore contro le varianti sudafricana e brasiliana

STUDI SU SPECIFICHE FASCE DI POPOLAZIONE
L’azienda ha in corso uno studio sui bambini e ragazzi (12-17 anni), un altro sulle donne in gravidanza, uno su persone con specifiche comorbidità così come uno studio con due somministrazioni al posto di una sola

EFFICACIA
Usa
72,8%
grafico efficacia
grafico efficacia
Africa
64,0%
grafico efficacia
grafico efficacia
America Latina
61,0%
grafico efficacia
grafico efficacia
EFFICACIA CONTRO CASI GRAVI
100%
grafico efficacia casi gravi
grafico efficacia casi gravi