Lodi
1
I risultati del 2020
107
-
-
Punteggio
-
-
-
Punteggio
-
-
-
Punteggio
-
-
-
Punteggio
-
-
-
Punteggio
-
-
-
Punteggio
-
I risultati 2020
posizione
28°
punteggio
585.942
posizione
punteggio
41°
514.153
Reddito disponibile
20625 - In euro pro capite all'anno (Osservatorio Findomestic - Prometeia)
posizione
punteggio
88°
592.388
Protesti
6318.75 - In euro per mille abitanti (Infocamere/Istat)
posizione
punteggio
100°
143.97
Spazio abitativo medio
58.604 - Mq medi delle abitazioni/componenti medi per famiglia (Scenari Immobiliari su dati Istat e agenzia delle Entrate)
52°
532.027
Depositi bancari
18263.2 - Di famiglie consumatrici - In euro pro capite (Banca d'Italia/Istat)
41°
738.095
Fatture commerciali ai fornitori oltre i 30 giorni
0.109 - In percentuale sul totale (Crif)
28°
404.399
Nuovi mutui per l'acquisto di abitazioni
1885.59 - Nuovi contratti a famiglie consumatrici per 10mila abitanti (Banca d'Italia)
12°
751.569
Il trend del Pil pro capite
-0.06394 - Variazione 2020/2019 - In percentuale (elab. su dati Prometeia)
953.157
Popolazione con crediti attivi
50.5651 -  In percentuale  sul totale dei maggiorenni residenti (Crif)
78°
630.776
Rata media mensile
353.378 - Rimborsata per finanziamenti in essere - In euro (Crif)
18°
738.899
Assegni sociali
473.82 - Importo medio - In euro al mese (Inps)
29°
787.926
Spesa delle famiglie
3039 - Per il consumo di beni durevoli - In euro all'anno (Osservatorio Findomestic - Prometeia)
78°
110.215
Assorbimento del settore residenziale
43.1 - Mq compravenduti su mq offerti sul mercato nell'anno - In % (Scenari immobiliari)
818.036
Pensioni di vecchiaia (settore privato)
1399.25 - Importo medio - In euro al mese (Inps)
34°
313.253
Prezzo medio di vendita delle case
2050 - Per appartamenti nuovi di 100 mq in zona semicentrale nei capoluoghi (Scenari immobiliari)
63°
760.274
Canoni medi di locazione
630 - Per appartamenti nuovi di 100 mq in zona semicentrale nei capoluoghi (Scenari immobiliari)
I risultati 2020
posizione
50°
punteggio
459.443
posizione
punteggio
23°
472.961
Spid erogate
181.527 - Ogni mille abitanti (Agid)
posizione
punteggio
63°
80.2471
Spesa sociale degli enti locali
6.82015 - In euro pro capite (Istituto Tagliacarne)
posizione
punteggio
42°
406.78
Partecipazione alla formazione continua
8.2 - In percentuale (Bes - Istat)
21°
755.962
Pago Pa - enti attivi
82.1429 - In percentuale sul totale (Pago Pa)
45°
384.812
Riqualificazioni energetiche degli immobili
67.6 - Investimenti in euro per abitante (Enea/Istat)
51°
761.364
Giovani che non lavorano e non studiano (Neet)
18.1 - In percentuale (Bes - Istat)
43°
544.17
Indice trasormazione digitale
550.82 - Riferito ai Comuni capoluogo in base a 8 indicatori (Forum Pa)
59°
577.057
Indice di Rischio Climatico (CRI)
0.088 - Scenario ad emissioni contenute rispetto al periodo di riferimento 1961-1990 (Cmcc)
64°
553.254
Persone con almeno il diploma
60.5 - In percentuale su popolazione 25-64 anni (Bes - Istat)
15°
571.691
Tasso di motorizzazione
57.8632 - Auto ogni 100 abitanti (Legambiente - Ambiente Italia su dati Aci)
105°
0.319307
Fondi europei 2014-2020 per l'ambiente e la prevenzione dei rischi
1.16986 - Spesa pubblica sul territorio (incluse risorse attratte) - In euro pro capite (Istituto Tagliacarne)
71°
191.305
Carte di identità elettroniche
25.8 - Ogni 100 abitanti (Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato)
25°
686.619
Ecosistema urbano
0.622213 - Riferito alle città capoluogo in base a 18 indicatori (Legambiente - Ambiente Italia)
100°
65.9273
Fondi europei 2014-2020 per l'Agenda digitale
4.32787 - Spesa pubblica sul territorio (incluse risorse attratte) - In euro pro capite (Istituto Tagliacarne)
67°
350.23
Pos attivi
50.7183 - Numero per mille abitanti (Banca d'Italia)
I risultati 2020
posizione
punteggio
759.149
posizione
punteggio
38°
709.62
Furti in abitazione
212.049 - Denunce ogni 100mila abitanti (Pubblica Sicurezza - Interno/Istat)
posizione
punteggio
32°
786.377
omicidi da incidente stradale
1.30091 - Denunce ogni 100mila abitanti (Pubblica Sicurezza - Interno/Istat)
posizione
punteggio
53°
816.384
Durata media delle cause civili
735.281 - In giorni (Elaborazione su dati Giustizia.it)
41°
802.919
Furti
1092.77 - Denunce ogni 100mila abitanti (Pubblica Sicurezza - Interno/Istat)
14°
969.244
Incendi
3.90274 - Denunce ogni 100mila abitanti (Pubblica Sicurezza - Interno/Istat)
905.262
Indice di litigiosità
585.905 - Cause civili iscritte ogni 100mila abitanti (Elaborazione su dati Giustizia.it)
13°
813.137
Indice di criminalità - totale dei delitti denunciati
2557.6 - Denunce ogni 100mila abitanti (Pubblica Sicurezza - Interno/Istat)
750.837
Truffe e frodi informatiche
232.864 - Denunce ogni 100mila abitanti (Pubblica Sicurezza - Interno/Istat)
22°
789.651
Incidenti stradali
4.03909 - Morti e feriti ogni mille abitanti (Legambiente - Ecosistema urbano)
12°
820.831
Estorsioni
7.80549 - Denunce ogni 100mila abitanti (Pubblica Sicurezza - Interno/Istat)
55°
885.394
Riciclaggio e impiego di denaro
2.16819 - Denunce ogni 100mila abitanti (Pubblica Sicurezza - Interno/Istat)
29°
873.502
Quota cause pendenti ultratriennali
6.98075 - In percentuale sul totale delle pendenze (Elaborazione su dati Giustizia.it)
77°
577.916
Furti in esercizi commerciali
127.923 - Denunce ogni 100mila abitanti (Pubblica Sicurezza - Interno/Istat)
71°
562.517
Violenze sessuali
8.23913 - Denunce ogni 100mila abitanti (Pubblica Sicurezza - Interno/Istat)
96°
323.65
Indice di rotazione delle cause
0.862275 - Procedimenti definiti su nuovi iscritti (Elaborazione su dati Giustizia.it)
I risultati 2020
posizione
71°
punteggio
416.749
posizione
punteggio
82°
294.421
Nuove iscrizioni di imprese
0.0332 - In % su imprese registrate (Infocamere)
posizione
punteggio
101°
161.644
Imprese femminili
0.191815 - In % su imprese registrate (Infocamere)
posizione
punteggio
67°
143.974
Banda larga
0.116556 -  Edifici coperti da infrastruttura Ftth - In percentuale sul totale (Istituto Tagliacarne su dati Agcm - Indice Desi 2020)
26°
865.274
Diffusione del reddito di cittadinanza
8.16541 - Assegni ogni 1000 abitanti (Inps)
47°
329.424
Imprenditorialità giovanile
0.0836054 - Imprese con titolare under 35 - In % su imprese registrate (Infocamere)
624.021
Quota di export sul Pil
64.5346 - Esportazioni di beni verso l'estero/valore aggiunto nel 2019 - In % (Prometeia)
96°
557.895
Cig ordinaria autorizzata
452.836 - Ore medie per impresa registrata (Inps)
30°
533.8
Imprese che fanno ecommerce
0.0382695 - In % su imprese che fanno commercio al dettaglio (Infocamere)
100°
45.0261
Imprese in rete
2.59944 - Ogni mille imprese registrate (Infocamere)
81°
491.026
Imprese in fallimento
0.0214001 - In % su imprese registrate (Infocamere)
43°
328.755
Startup innovative
6.32603 - Ogni mille società di capitale (Infocamere)
90°
254.76
Cessazioni di imprese
0.0386 - In % su imprese registrate (Infocamere)
366.108
Imprese straniere
0.133297 - In % su imprese registrate (Infocamere)
46°
777.465
Tasso di occupazione
65.5463 - In percentuale (Istat)
63°
477.647
Gap occupazionale tra maschi e femmine
17.9079 - Differenza tra tasso di occupazione maschile e femminile (età 15-64 anni) - In % (Bes - Istat)
I risultati 2020
posizione
87°
punteggio
511.319
posizione
punteggio
15°
754.467
Indice di vecchiaia
153.8 - Popolazione di 65 anni e più/popolazione di età 0-14 anni, moltiplicato per 100 (Istat)
posizione
punteggio
27°
350.133
Infermieri
395.2 - Numero ogni 100mila abitanti (Fnopi)
posizione
punteggio
27°
555.113
Consumo di farmaci per ipertensione
105.962 - unità minime pro-capite (Iqvia)
105°
160.396
Tasso di mortalità
9.24 - Standardizzato per 10mila abitanti (Nebo Ricerche Pa)
28°
808.674
Iscrizioni anagrafiche
14.0282 - Nuove iscrizioni ogni 1000 abitanti (Istituto Tagliacarne)
834.593
Consumo di farmaci per diabete
22.9884 - unità minime pro-capite (Iqvia)
97°
551.571
Casi Covid-19
38.2469 - Ogni mille abitanti (Protezione civile/Istat)
84°
214.796
Cancellazioni anagrafiche
13.7333 - Nuove cancellazioni ogni 1000 abitanti (Istituto Tagliacarne)
50°
669.704
Consumo di farmaci per asma e Bpco
3.9155 - unità minime pro-capite (Iqvia)
31°
446.716
Tasso di natalità
3.29999 - Ogni 1000 abitanti (Istituto Tagliacarne)
83°
153.134
Pediatri
1.66998 - Professionisti attivi ogni 1000 abitanti 0-14 annni (OneKey di Iqvia)
63°
438.676
Calmanti e sonniferi
0.138001 - unità minime pro-capite (Iqvia)
84°
899.995
Densità abitativa
294.53 - abitanti/Kmq (Istat)
105°
7.16575
Medici di medicina generale
0.70683 - Professionisti attivi ogni 1000 abitanti (OneKey di Iqvia)
31°
824.648
Consumo di farmaci per la depressione
11.5102 - unità minime pro-capite (Iqvia)
I risultati 2020
posizione
91°
punteggio
295.404
posizione
punteggio
79°
194.216
Indice di lettura dei quotidiani
22.4668 - Copie diffuse al giorno - Ogni mille abitanti (Agcm/Istat)
posizione
punteggio
86°
197.081
Bar
2.40236 - Numero ogni mille abitanti (Infocamere)
posizione
punteggio
82°
301.82
Offerta culturale
48.7106 - Numero di spettacoli ogni mille abitanti (Siae)
102°
0.904538
Fondi europei 2014-2020 per l'attrazione culturale, naturale e turistica
0.285193 - In euro pro capite (Istituto Tagliacarne)
107°
0
Ristoranti
2.40236 - Numero ogni mille abitanti (inclusa la ristorazione mobile) (Infocamere)
59°
264.725
Biblioteche
2.82366 - Ogni 1000 abitanti (Istat)
57°
274.859
Internet almeno 100 Mbit/s - abbonamenti
8.8515 - Accessi broadband - In % sulla popolazione residente (Agcm)
95°
75.3158
Librerie
0.0477002 - Numero ogni mille abitanti (Infocamere)
80°
222.815
Piscine
0.00867276 - Numero ogni mille abitanti (Infocamere)
56°
563.614
Eventi sportivi
-0.582979 - Attratti e annullati, di rilievo internazionale (Pts Clas)
70°
361.245
Palestre ogni 100mila abitanti
0.0737185 - Numero ogni mille abitanti (Infocamere)
20°
910.864
Partecipazione elettorale
67 - In percentuale (Bes - Istat)
28°
794.193
Sportività 2020 - "effetto Covid-19"
-0.532873 - Indice elaborato in base a 4 indicatori che misurano l'impatto sullo sport (Pts Clas)
84°
221.741
Cinema
0.0173455 - Numero ogni mille abitanti (Infocamere)
97°
47.6689
Spettacoli - Spesa al botteghino
11.5027 - In euro pro capite all'anno (Siae)
Com’era, com’è
Il primo piazzamento, nel 1990, e quello più recente (nel 2020) registrati nella graduatoria finale
La performance
Il posizionamento della provincia nella classifica finale nel corso degli anni è evidenziato in nero. I puntini colorati, invece, corrispondono alle sei classifiche di settore. Ognuna con i relativi colori tematici
Il medagliere
L’andamento della provincia nella classifica finale con evidenziate le variazioni, positive (in azzurro) e negative (in rosso), registrate rispetto al 1990
La provincia in 31 anni di classifiche
1
25
50
75
100
110
1990
1996
Posizione
23
2020
Posizione
107
I risultati nelle 6 aree
Il dettaglio della provincia nei 31 anni di indagine, per aree e indicatori
Lodi
1990
2020
1990
1990
107
1000
2020
107
1000
Demografia e società
Mostra gli indicatori
Il confronto
Tra singole province, indicatore per indicatore
Torna all’inizio
Nota metodologica

Anche quest’anno l’indagine della Qualità della vita del Sole 24 Ore prende in esame 90 indicatori, suddivisi nelle tradizionali sei macro-categorie tematiche (ciascuna composta da 15 indicatori) che accompagnano l’indagine dal 1990:

1. ricchezza e consumi;
2. affari e lavoro;
3. ambiente e servizi;
4. demografia e salute;
5. giustizia e sicurezza;
6. cultura e tempo libero.

L’aumento a da 42 a 90 indicatori, proposto già dal 2019, consente di misurare molti aspetti del benessere. Gli indicatori sono tutti certificati, forniti al Sole 24 Ore da fonti ufficiali, istituzioni e istituti di ricerca.

Il punteggio da mille a zero
Per ciascuno dei 90 indicatori, mille punti vengono dati alla provincia con il valore migliore e zero punti a quella con il peggiore. Il punteggio per le altre province si distribuisce in funzione della distanza rispetto agli estremi (1000 e 0). In seguito, per ciascuna delle sei macro-categorie di settore, si individua una graduatoria determinata dal punteggio medio riportato nei 15 indicatori, ciascuno pesato in modo uguale all’altro (quest’anno ad eccezione di uno, vedi sotto). Infine, la classifica finale è costruita in base alla media aritmetica semplice delle sei graduatorie di settore. I dati aggiornati al 2020Di solito l’indagine della Qualità della vita, pubblicata alla fine dell’anno in corso, prende in esame i dati consolidati relativi ai 12 mesi precedenti. Quest’anno, però, le sole performance del 2019 sarebbero risultate superate da un’attualità dirompente: per valutare l’impatto della pandemia esplosa a febbraio è stato necessario utilizzare dati il più possibile aggiornati in tempo reale. Così, nell’indagine si contano ben 56 indicatori su 90 riferiti al 2020, aggiornati a metà anno, se non addirittura per alcuni a ottobre-novembre.

L’indicatore «casi Covid-19»
Non c’è dubbio che quest’anno a pesare sulla Qualità della vita degli italiani sia soprattutto la pandemia: i casi di contagio da coronavirus, registrati in modo differente sul territorio, hanno esercitato un impatto differente sui sistemi sanitari, sulle vite e sulla quotidianità delle persone. Ecco perché si è deciso di utilizzare l’indicatore «Casi Covid-19 ogni 1000 abitanti» pesandolo, per la prima volta nella storia dell’indagine, doppio rispetto agli altri: in pratica, se ogni parametro vale 1/90°, i punti di questa classifica invece valgono il doppio sulla media totale.

Le altre novità di quest’anno Circa 60 indicatori su 90 sono gli stessi utilizzati lo scorso anno, seppur aggiornati al 2020. A questi, poi, si è scelto di affiancare una trentina di novità per poter meglio misurare l’impatto della pandemia e, come ogni anno, per includere nuovi aspetti che oggi incidono sul benessere della popolazione. In particolare, 25 indicatori sono stati scelti proprio per analizzare l’«effetto covid» sulla qualità della vita degli italiani, dalle ore di cassa integrazione autorizzate in media dalle imprese al consumo di determinati farmaci, passando per i medici di famiglia. L’indicatore del Pil pro capite nella categoria Ricchezza e consumi, presente fin dal 1990 nell’indagine, quest'anno è stato utilizzato in modo innovativo: non è stato considerato in termini assoluti, cioè mettendo in classifica le città più produttive e quelle meno, ma è stata valutata la variazione percentuale 2020 (stime) rispetto al 2019, in modo da sottolineare l’impatto differente della crisi economica sui territori. E sottolineare, così, chi perde di più e chi meno, indipendentemente dalla ricchezza prodotta.10 indicatori su 90 misurano il livello di “digitalizzazione” dei territori, dalla banda larga agli Spid per abitante, fino ai Pos attivi.

Per informazioni sull’indagine della Qualità della vita del Sole 24 Ore potete scrivere a qualitadellavita@ilsole24ore.com

Per scaricare i dati dei 90 indicatori utilizzati nell’indagine 2020 è possibile consultare la pagina GitHub del Sole 24 Ore https://github.com/IlSole24ORE


Coordinamento Lab24: Luca Salvioli
Inchiesta e analisi: Marta Casadei, Michela Finizio
Elaborazione dati: Andrea Gianotti e Marco Guerra dell’ufficio studi e analisi del Sole 24 Ore
Art direction: Laura Cattaneo
Design: Federico Barbara, Alice Calvi, Luca Galimberti
Sviluppo: Renato Zitti Pozzi, Marina Caporlingua

Punti
Valore